Follow Us

Follow us

CONTATTACI PER INFORMAZIONI

GO UP

La cappella di Sedulzo

separator
Scroll down

La cappella di Sedulzo

ALTOPIANO DEL SOLE

La cappella, edificata nell’anno 1958 su progetto del geometra Ugo Apollonio (l’allora tecnico comunale), sorge in località Sedulzo, da cui ne trae la denominazione. Precisamente, si trova sul lato sinistro (per chi sale), a due terzi del percorso Borno-Lago di Lova. L’edicola venne eretta 14 anni dopo il grave fatto d’armi lì avvenuto durante il secondo conflitto mondiale, per voto di un gruppo di deportati bornesi finiti nel campo di concentramento italico di Villafranca.

Queste le caratteristiche: tetto a spioventi, muri perimetrali in pietra intonacata, basamento in calcestruzzo, pavimento a mosaico, l’altare in pietra levigata. Le pareti interne della cappella di Sedulzo sono decorate con due affreschi del pittore bornese Enrico Peci, che ritraggono l’episodio bellico. Incorniciata fra gli ex voto (quadretti per grazie ricevute), sopra l’altare, è collocata la statua in miniatura della Madonna di Fatima.

Come raggiungere questo luogo

Clicca sulla mappa per raggiungere questa chiesa